In questa sezione si trovano documenti di carattere storico, spirituale, sociale e spirituale che riguardano la vita e l'esperienza marista.

 

 

Marcellino Champagnat (1789/1840) fondò, il 2 gennaio 1817, a La Valla (Francia), un Istituto religioso laico, o Istituto religioso di fratelli, con il nome di Piccoli Fratelli di Maria. Lo concepì come un ramo della Società di Maria.

I Fratelli Maristi sono fratelli consacrati a Dio, che seguono Gesù come Maria. Vivono in comunità e si dedicano in modo specifico all'educazione dei bambini e dei giovani, con più cura per i più bisognosi.

Ci sono 3.500 fratelli, sparsi in 74 paesi dei cinque continenti. Condividono il loro lavoro direttamente con più di 40.000 laici e servono più di 500.000 bambini e giovani.

 

 

Vivere nello stile di Maria, la buona Madre. Il suo motto di p. Champagnat era: "Tutto a Gesù per Maria, tutto a Maria per Gesù". Maria svolge un ruolo essenziale nella storia della salvezza, ma senza essere protagonista. Impegnarsi nel progetto di Marcellino nello stile di Maria significa collaborare senza protagonismo, portare il mondo a Dio, avere uno spirito di servizio, mantenere relazioni cordiali... Gli atteggiamenti delle persone che condividono il progetto di Marcellino riflettono la spiritualità di Maria.

Il sito web ufficiale dei Fratelli Maristi

Il sito web dei Fratelli Maristi in Italia.

Per conoscere la vita di s. Marcellino Champagnat.

 

 

I/le maristi/e sono donne e uomini che vogliono vivere il Vangelo alla maniera di Maria. Sono distribuiti nel mondo nei quattro punti cardinali, ma uniti in un solo cuore e una sola anima sotto la protezione di Maria, madre di Gesù.

Un’albero a cinque rami:

 

 

 

Seguendo le orme di una missionaria laica, Françoise Perroton, alcune sue compagne partono - verso la metà del 1800 - per la lontana Oceania decise a lavorare per la promozione e l'evangelizzazione delle donne. Diventeranno le Suore Missionarie della Società di Maria, impegnate a lavorare inizialmente in Oceania e successivamente anche in altri paesi del terzo mondo

Ispirate dallo Spirito a seguire Gesù nello stile di Maria, le Suore Missionarie della Società di Maria rispondono ad una chiamata che le invita ad essere:

  •     Inviate oltre i confini per vivere e annunciare il Vangelo
  •     Ispirate da Maria e affidate al suo aiuto
  •     Consacrate che vivono in comunità multiculturali

 

 

"La loro vocazione specifica all'interno della Chiesa è quella di essere, al tempo stesso, missionarie e sorelle Mariste". Siamo una congregazione internazionale con oltre 500 suore che provengono da molti paesi in tutto il mondo per partecipare con la loro presenza missionaria, la loro vita, l'annuncio del Vangelo e il servizio apostolico all’evangelizzazione (Costituzioni SMSM 14). Riunite da diversi contesti e nazionalità rispondono alla chiamata universale alla missione in 27 paesi. "Con le altre persone e nel paese in cui siamo, promuoviamo il rispetto e il dialogo, cercando di essere legami di comunione tra i popoli, le razze e culture, e testimoniando l'amore universale" (ibid.22).

Nel corso della nostra storia, la congregazione è stata conosciuta con nomi diversi: all'inizio sono state chiamate Suore della Carità del Terz'Ordine di Maria, e successivamente sorelle del Terzo Ordine Regolare di Maria. Dopo l'approvazione come congregazione di diritto pontificio nel 1931 il nome ufficiale è Suore Missionarie della Società di Maria. Oggi in alcuni paesi sono conosciute semplicemente con il nome di sorelle "SMSM" o come Suore Missionarie della Società di Maria.

 
 

Le Suore Missionarie della Società di Maria sono presenti in Italia a

  • Brescia, Via S. Polo 90
  • Brescia, Via Schivardi 58
  • Alfonsine (Ra), Parrocchia S. Cuore
  • Marconia (Mt), Parrocchia S. Giovanni Bosco

Per conoscere meglio le Suore missionarie della Società di Maria.

Per conoscere la storia di Françoise Perroton e delle sue prime dieci compagne.

 

Sottocategorie

ptobs